HACCP

La 626 Advice Srl supporta e guida le aziende secondo i principi del metodo H.A.C.C.P. (Hazard Analysis Critical Control Point) alla sicurezza ed all’igiene degli alimenti prodotti, confezionati o commercializzati. In particolare segue le imprese nella procedura di autoregolamentazione imposta dalle norme vigenti. Questo processo richiede, in funzione della complessità dell’attività svolta, dell’alimento e del suo processo di produzione, corrette procedure di immagazzinamento, trasporto, distribuzione, manipolazione e somministrazione, il tutto rispettando sempre i principi base dell’Igiene degli alimenti attraverso idonee sanificazioni e controlli mirati ai punti critici di controllo individuati nel Manuale di Autocontrollo. 
Pertanto i responsabili avranno l’obbligo di redigere un manuale di corretta prassi igienica secondo i principi previsti dall’H.A.C.C.P., formare tutti i lavoratori che presteranno l’opera all’interno della propria attività e verificare con tamponi ed analisi di laboratorio periodiche, l’eventuale presenza di cariche batteriche sui piani di lavoro e nei punti critici.

CHI È OBBLIGATO A TALI ADEMPIMENTI ?

I responsabili di tutte le attività in cui, a qualsiasi titolo, si effettuano:
Preparazione, Trasformazione, Fabbricazione, Confezionamento, Deposito, Trasporto, Distribuzione, Manipolazione, Vendita, Fornitura, Somministrazione di prodotti per l’alimentazione umana. 

I SERVIZI E LE CONSULENZE DA NOI OFFERTE

– Redazione per conto del cliente, del Manuale di corretta prassi igienica H.A.C.C.P. che dovrà includere :

  • L’analisi dettagliata del ciclo di produzione dell’alimento, nello specifico:
    − lo studio dei locali, con particolare attenzione ai locali speciali quali laboratori e cucine inclusi gli impianti e gli scarichi;

    − l’approvvigionamento idrico, inclusi l’utilizzo di vapore e ghiaccio;
    − le apparecchiature, cioè tutte le attrezzature ed i materiali utilizzati, con la sola esclusione degli imballaggi a perdere;
    − le persone, cioè l’igiene della persona e dei comportamenti;
    − i prodotti utilizzati, valutando anche le modalità di approvvigionamento, immagazzinamento e conservazione;
    − i residui e gli scarti delle lavorazioni, incluso lo smaltimento;
    − il trasporto, inclusi i veicoli ed i contenitori.
  • L’individuazione di tutti i potenziali pericoli di contaminazione microbiologica, chimica, fisica e biologica che possono compromettere l’igiene e la sicurezza dell’alimento stesso;
  • L’identificazione dei punti critici;
  • L’individuazione dei limiti per i punti critici di controllo identificati;
  • L’istituzione di un sistema di monitoraggio che permetta di verificare se i punti critici sono sotto controllo;

Corsi di formazione per addetti alla gestione del sistema H.A.C.C.P. previsto dalla normativa inerente l’Igiene degli Alimenti:

  • Operatore Settore Alimentare O.S.A. / Responsabile Industria Alimentare – R.I.A. 20 h
  • Addetti che Manipolano Alimenti 6 h
  • Addetti Industria Alimentare che non Manipolano Alimenti 4 h

– Tamponi superficiali ed analisi di laboratorio per la conta della carica batterica sui piani di lavoro e nei punti critici di controllo prevista dal Manuale di corretta prassi igienica H.A.C.C.P..

RIFERIMENTI NORMATIVI E RELATIVE SANZIONI

Articolo 6 del D.Lgs 193/07 Attuazioni Direttiva 2004 41 CE relativa in materia di sicurezza alimentare

Omessa predisposizione di procedure di autocontrollo igienico sanitario basate sui principi HACCP (quali ad esempio la mancanza del Piano di autocontrollo)

Sanzione amministrativa pecuniaria da € 1.000 a € 6.000

 

logo Aicia

Clicca QUI per ulteriori informazioni sui corsi Haccp a Roma.